logo professioni in team

Aree ZES

Ottieni fino al 45% di agevolazioni sui tuoi investimenti

Che cosa sono le Aree ZES

Il Decreto Legge n. 91 del 2017 (coordinato con la legge di conversione 3 agosto 2017, n. 123), ha dato i natali alle ZES, le Zone Economiche Speciali.

Le Zone Economiche Speciali sono aree geografiche italiane nelle quali si applica una legislazione economica diversa da quella del resto del Paese e in cui sono previsti incentivi speciali a beneficio delle aziende attraverso strumenti di agevolazione fiscale o semplificazioni di tipo amministrativo.

Le ZES devono avere caratteristiche precise: oltre a dover essere istituite all’interno dei confini statali, devono avere delimitazioni definite e comprendere un’area portuale collegata alla rete transeuropea dei trasporti.

Gli obiettivi delle Zes sono tanto semplici quanto ambiziosi: agevolare l’imprenditoria giovanile e rafforzare le imprese già esistenti ma anche attirare attrarre investimenti dall’estero.

Elenco Aree ZES: http://www.agenziacoesione.gov.it/zes-zone-economiche-speciali/

Agevolazioni previste e chi può richiederle

I benefici previsti per una ZES sono indicati dall'art. 5 capo II del D.L. 91/2017.
Le nuove imprese e quelle già esistenti, che avviano un programma di attività economiche imprenditoriali o di investimenti di natura incrementale nella ZES, possono usufruire delle seguenti tipologie di agevolazioni:

  • procedure semplificate, individuate anche a mezzo di protocolli e convenzioni tra le amministrazioni locali e statali interessate, e regimi procedimentali speciali
  • credito d'imposta su investimenti effettuati nel limite massimo di 50 milioni di euro, per ciascun progetto, con una agevolazione commisurata alla quota del costo complessivo dei beni che dovranno risultare acquisiti entro e non oltre il 31 dicembre 2020. Le aliquote del credito d’imposta sono stabilite nella misura massima consentita dalla Carta europea degli aiuti a finalità regionale e sono così definite:

    • dal 10% al 25% per le grandi aziende;
    • dal 15% al 35% per le medie ;
    • dal 20% al 45% per le piccole imprese.

E' prevista la revoca dei benefici concessi e goduti alle imprese che non manterranno le attività in area ZES per almeno sette anni dal completamento dell’investimento oggetto delle agevolazioni.

Cosa fare per ottenerlo?

Per fruire del credito d’imposta, i soggetti interessati dovranno presentare, istanze di accesso alle agevolazioni fino al 31 dicembre 2020, utilizzando, esclusivamente in modalità telematica, la procedura informatica e il modello aggiornato disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Per una veloce e gratuita pre-analisi, inviaci all'indirizzo cim[at]professioniteam.it
i seguenti documenti:

document icon
  • Visura camerale aggiornata
  • Durc online regolare
  • Fattura o contratto di leasing degli investimenti
  • Indirizzo della sede produttiva dell'azienda

Ricorda che l'agevolazione può essere richiesta
fino al 31 dicembre 2020!