logo professioni in team

Bonus formazione industria 4.0

Recupera fino al 50% dei costi sostenuti per la formazione del personale

Che cos’è il credito d’imposta formazione 4.0?

La legge di bilancio 2019 (commi da 210 a 217 dell’articolo 1 legge n. 160/2019)
)
ha previsto un credito d’imposta  per  recuperare fino al 50% dei costi sostenuti per la formazione del personale nel settore delle tecnologie rilevanti per il processo di trasformazione tecnologica e digitale delle imprese previsto dal “Piano Nazionale Impresa 4.0”.

PIANO NAZIONALE IMPRESA 4.0

indica le attività di formazione finalizzate all’acquisizione e al consolidamento di competenze e conoscenze nelle seguenti tecnologie:

  • big data e analisi dei dati; 
  • cloud e fog computing;
  • cyber security; 
  • sistemi cyber-fisici;
  • prototipazione rapida;
  • sistemi di visualizzazione e realtà aumentata;
  • robotica avanzata e collaborativa;
  • interfaccia uomo macchina;
  • manifattura additiva;
  • internet delle cose e delle macchine;
  • integrazione digitale dei processi aziendali.

Come si utilizza?

Le spese devono essere relative ai dipendenti (discenti) che sono stati impegnati in attività di formazione agevolata, con riferimento al costo aziendale* delle ore o delle giornate di formazione.
Inoltre possono essere agevolate anche le spese del personale dipendente con ruolo di docente (o tutor), purché tali spese non superino il 30% della retribuzione complessiva annua.

*per costo aziendale si intende la retribuzione, al lordo di ritenute e contributi previdenziali e assistenziali, comprensiva dei ratei del TFR, delle mensilità aggiuntive, delle ferie e dei permessi, maturati in relazione alle ore o alle giornate di formazione svolte nel corso del periodo d’imposta agevolabile, nonché delle eventuali indennità di trasferta erogate al lavoratore in caso di attività formative svolte fuori sede

Come si organizza la formazione?

Interna all’azienda

  • con proprio personale docente;
  • con personale docente esterno assistito da un “tutor” interno.

Esterna all’azienda

  • a soggetti accreditati per lo svolgimento di attività formative finanziata presso la regione o provincia in cui l’impresa ha sede legale o operativa;
  • a università, pubbliche o private o a strutture ad esse collegate
  • a soggetti accreditati presso i fondi interpersonali;
  • a soggetti in possesso della certificazione di qualità di base alla disciplina europea;
  • agli istituti tecnici superiori (novità 2020).

E-learning

Le lezioni possono essere svolte in modalità e-learning ovvero on line, prevede specifici momenti di verifica, consistenti nella proposizione di quesiti non particolarmente complessi, a intervalli di tempo irregolari non prevedibili dall’utente.
I quesiti devono essere, inoltre, attinenti all’argomento oggetto della formazione a distanza della sessione e devono prevedere una struttura a risposta multipla.

Bonus Formazione 4.0: chi può richiederlo e aliquote

Possono beneficiare del credito d’imposta formazione 4.0 tutte le aziende indipendentemente dalla forma giuridica e dimensione che hanno sede fiscale in Italia, purché non siano destinatarie di sanzioni interdittive e risultino in regola con le normative sulla sicurezza nei luoghi di lavoro e con gli obblighi di versamento dei contributi previdenziali e assistenziali a favore dei lavoratori.

Aliquote del bonus

Piccole imprese
Impresa che occupa meno di 50 persone e realizza un fatturato annuo oppure totale di bilancio annuo non superiore a 10 milioni di euro
50% nel limite massimo annuale di 300.000 euro

Media imprese
Impresa che occupa almeno 250 persone e realizza un fatturato annuo non superiore a 50 milioni di euro, oppure totale di bilancio annuo non superiore a 43 milioni di euro.
40% nel limite massimo annuale di 250.000 euro

Media imprese
Impresa con più di 250 persone e realizza un fatturato annuo superiore a 50 milioni di euro, oppure totale di bilancio annuo superiore a 43 milioni di euro.
30% nel limite massimo annuale di 250.000 euro

Cosa fare per ottenerlo?

Per una veloce e gratuita pre-analisi, inviaci all’indirizzo pratiche[at]professioniteam.it
i seguenti documenti:

  • una relazione che illustri le modalità organizzative e i contenuti delle attività di formazione svolte;
  • i registri nominativi di svolgimento delle attività formative sottoscritti congiuntamente dal personale discente e docente o dal soggetto formatore esterno;
  • l’ulteriore documentazione contabile e amministrativa idonea a dimostrare la corretta applicazione del beneficio, anche in funzione del rispetto dei limiti e delle condizioni posti dalla disciplina comunitaria in materia;
  • costi certificati dal soggetto incaricato della revisione legale o da un professionista e tale certificazione deve essere allegata al bilancio.

Ricorda che l'agevolazione può essere richiesta fino al 31 dicembre 2020